Sartoria per la sposa, un nuovo rapporto qualità - prezzo

Vinci (Firenze) - Via Primo Maggio, 15 - Tel. 057156578

 

La parola “Sartoriale” viene spesso abusata e così privata del suo reale significato, mentre in effetti le Sartorie autentiche per la sposa, dove si lavora veramente solo su disegno personale e su misura, sono oggi un numero piuttosto contenuto.

 

Abito da sposa Tundra in seta

 

Uno dei motivi è il limitato ricambio generazionale. Un fattore evidente inoltre è la forte diffusione dell'industria che, nell'attuale mercato di massa, ha raggiunto grande potenza pubblicitaria e di distribuzione.

 

In merito ai prodotti odierni tuttavia, è interessante riflettere su come viene a formarsi il prezzo di un abito da sposa di serie.

 

Nella produzione e vendita dei capi confezionati in serie i costi comprendono sempre:
Spese di pubblicità, su cui viene imperniata tutta l'operazione di marketing (queste spese sono tanto più alte quanto più è conosciuta la firma). Creazione periodica di collezioni, spesso formate da molti capi.

 

Per ciascuno di questi singoli capi viene realizzata un'ampia serie di disegni per la definizione, un modello industrializzato, un prototipo, una serie di taglie, una quantità da destinare a campionario ed una a magazzino. Nella fase della vendita vi è poi l'affitto dei locali di vendita (sempre assai elevato nelle vie prestigiose), ricarico adeguato, personale di gestione del punto vendita, stoccaggio di capi in negozio durante ogni stagione e rimanenze alla fine.

 

La qualità decrescente a cui si è assistito negli ultimi anni è il frutto della competizione sempre più spinta in quel modello industria-commercio, che anche in tempi di crisi deve continuare ad assorbire il lungo meccanismo di cui sopra, prima di arrivare al compratore. Già da tempo infatti, quel modello ha spinto i produttori ad avvalersi di aree del mondo che offrono tessuti e manodopera a prezzi estremamente ridotti.

 

Come risultato finale nascono prodotti con un'immagine di ampia diffusione, sostenuta dall'indiscutibile efficacia della pubblicità, ma gravati da un lungo meccanismo di spese accessorie e privati della sostanza che avevano quando erano realizzati con tessuti e maestranze nazionali.

 

Osservando da tempo l'instaurarsi di questi meccanismi sempre più volti al prodotto di massa, abbiamo fortemente voluto che le nostre scelte fossero diverse ed anche il nostro lavoro per la sposa è risultato altrettanto diverso.

 

La nostra prima e più importante scelta è stata tenere alta la sostanza, mantenendo al centro la Cliente e l'amore per il nostro lavoro, non il mero calcolo economico. Fare Sartoria su misura per la sposa richiede infatti di essere appassionati alla propria arte, non ai numeri.

 

In funzione di questo non abbiamo trasportato nessuna logica industriale nel nostro lavoro, ma riserviamo ad ogni singola sposa un attento lavoro manuale eseguito interamente in studio. I modelli vengono concepiti solo su misura e sono realizzati a partire da zero e con le prove necessarie, uno per uno, per ciascuna sposa.

 

Abito da sposa

 

Per i tessuti della sposa utilizziamo solo sete Italiane di alta qualità, anche negli abiti della fascia d'ingresso, questo garantisce ottimi risultati anche nei lavori di fattura semplice.

 

Per un esempio del tipo di tessuti pregiati che utilizziamo è possibile visitare il sito di uno dei nostri maggiori fornitori a: www.attilioimperiali.it

 

Per precisa scelta, abbiamo invece contenuto con decisione le spese accessorie che gravano sul prezzo finale. I capi di qualità che realizziamo sono pura sostanza, il prezzo si forma sommando soltanto tessuti pregiati ed ore di attento lavoro.

 

A questo scopo non progettiamo abiti generici, ma al fine di non disperdere risorse concentriamo tutte le nostre attenzioni sulla singola sposa. Al posto di collezioni anonime viene sempre fatta una valutazione di stile personale pensata per ciascuna sposa e disegni appositi, questo è qualcosa di molto lontano da un prodotto pronto.

 

Per un contenimento efficace delle spese accessorie è nata anche la nostra scelta di ricevere le Clienti e spose nel contesto semplice e riservato di uno studio privato. Oggi forse questa scelta può essere percepita come inusuale, per chi ha conosciuto solo la formula negozio, ma storicamente le Sartorie sono state spesso collocate in contesti riservati e solo una parte hanno operato come negozi sulla pubblica via.

 

Il recupero della formula basata su un contesto privato in parte si riallaccia dunque alla tradizione storica della Sartoria, ma ancora di più è dovuto al desiderio di offrire abiti il cui costo può così essere formato solo da elementi di sostanza. I capi per la sposa che si ottengono beneficiano infatti di una qualità che, quando viene venduta in altri contesti, raggiunge normalmente prezzi di tre volte superiori.

 

Lo scopo delle nostre scelte per la sposa è pertanto recuperare un rapporto qualità-prezzo molto più favorevole di quello corrente, che è andato perduto negli ultimi anni e che può essere ottenuto solo con questo insieme di metodi.

 

Per un esempio di prezzi vedi: Una offerta per la sposa nel livello di ingresso

 

Perché la sposa oggi si reca in sartoria?

 

Un tempo la Sartoria era l'unico modo di vestirsi, ma perché recarsi in sartoria oggi, dal momento che anche per la sposa l'offerta di capi pronti è enorme, in qualsiasi fascia di prezzo e declinata in tutti gli stili possibili?

 

I motivi principali per cui oggi la sposa si reca in Sartoria sono quelli di soddisfare un desiderio, di ottenere un abito che veste perfettamente, e di ricevere quelle particolari attenzioni che non sono immaginabili in un normale negozio.

 

Si tratta di tre ottimi motivi, che è interessante esaminare:

  

1. Soddisfare un desiderio

 

La sartoria, che opera su disegno e su misura, rimane sempre l'ideale per soddisfare i desideri che tutte le spose hanno.

 

Spesso neanche con la collezione pronta più estesa, composta da molti pezzi, è infatti possibile trovare l'abito ideale che si immaginava, semplicemente perché nella creatività degli abiti da sposa le possibili combinazioni sono praticamente infinite.

 

Nel soddisfare un desiderio personale la Sartoria qualificata può operare aggiungendo un consiglio, basato sull'esperienza e sulle cognizioni modellistiche. Lo scopo è tradurre in pratica l'idea della Cliente mantenendo la certezza di un buon risultato, che sia idoneo per la conformazione di quella persona.

 

In qualche caso abbiamo lavorato davvero lungamente per la definizione di un'idea. Questo attaccamento al buon risultato è possibile solo per chi fa del suo lavoro anche la sua passione.

 

2. Ottenere un abito da sposa che veste perfettamente

 

Nelle riviste di settore per la sposa e nelle pubblicità in generale si vedono splendide modelle, con abiti che vestono e piombano perfettamente.

 

È tuttavia interessante porsi alcune domande: L'abito ritratto è interamente quello di serie, che si troverà al negozio? Le sue misure sono state create appositamente, o modificate per il servizio fotografico? È veramente l'abito a vestire bene la modella, oppure è la modella che è stata scelta in modo selettivo, in base alla perfezione delle sue misure per pubblicizzare l'abito? Inoltre quante donne percentualmente possono avere le misure ideali delle modelle ritratte in quelle pubblicità?

 

Le risposte sono abbastanza intuitive. Impiegando qualsiasi mezzo è evidente che un abito da sposa verrà ritratto in fotografia solo se, e quando, veste bene. Ma far vestire bene un abito da sposa è facile ed automatico come sembrano mostrare molte pubblicità? Anche questa è una domanda facile, la risposta naturalmente è No. Per far vestire così bene un abito da sposa sono indispensabili lavorazioni mirate, basate naturalmente sulle misure della singola persona a cui l'abito sarà destinato.

 

Fatte queste semplici considerazioni se ne può concludere che la produzione di serie, avvalendosi di molteplici accorgimenti, può mostrare diversi esempi di abiti da sposa, ma paradossalmente solo la Sartoria su misura si trova veramente nelle condizioni di realizzarli in modo adatto su ogni diversa corporatura.

 

3. Ricevere particolari attenzioni

 

In tutte le attività negli ultimi anni si è assistito ad un fenomeno di massificazione, il risultato è che anche molte Spose spesso non possono ricevere le attenzioni che spererebbero, è una questione di numeri, di costi aggiunti, di moderno e veloce modello di business. Non è infatti difficile attualmente reperire abiti da sposa a prezzi bassi, ed è altrettanto facile vivere un'esperienza d'acquisto anche più bassa.

 

Il desiderio di ricevere le dovute attenzioni tuttavia è giusto e dimostra che le persone non sono e non saranno mai numeri. La Sartoria è tuttora il solo posto dove si possono ricevere attenzioni personali vere, ottenere un consiglio meditato con la giusta calma, osservare passione e arte che cooperano.

 

In sartoria siamo abituati a dare vita non ad un abito da sposa qualsiasi, ma a lavorare senza fretta a quell'abito particolare, che diviene così non un prodotto, ma un progetto speciale ogni volta.

 

Come si può usare al meglio la Sartoria su misura per la sposa?

 

Alcune pensando alla Sartoria immaginano modelli molto complicati, lavorazioni elaborate e costi elevati di conseguenza. Questo, anche se possibile, non è comunque il modo migliore di usare la Sartoria per la sposa.

 

Per capire il punto è utile riflettere su alcuni aspetti:

 

Se provate un abito da sposa già confezionato valutate questo: I cuciti verticali dei fianchi si trovano effettivamente alla metà dei fianchi? I due cuciti verticali al centro del petto attraversano effettivamente il centro del petto? Il volume e la forma del petto è perfetto per la Vostra conformazione? La forma e profondità degli scolli è giusta per Voi? Le circonferenze vita - fianchi - petto, sono idonee o richiedono modifiche? La lunghezza totale è giusta?

 

Diversi aspetti saranno certamente non ottimali, poiché il prodotto pronto è standard e non esistono due persone con la stessa combinazione di misure.
D'altra parte neanche la correzione più paziente potrà mai ricondurre un abito già confezionato alla perfetta sequenza di misure personali. Questo poiché, com'è intuitivo capire, su un capo già tagliato ed assemblato le modifiche non sono possibili oltre un certo modesto limite.

 

Le modifiche su di un capo pronto spesso rimangono infatti confinate alla sola possibilità di stringere moderatamente le circonferenze o accorciare la lunghezza al fondo, escludendosi perfino qualsiasi allargamento, poiché sulle delicate sete degli abiti da sposa l'ago produce fori permanenti.

 

Qual è dunque per una sposa il vantaggio più grande di un abito su misura di sartoria? Naturalmente la sua rispondenza alla conformazione personale.

 

Queste semplici considerazioni portano a ciò che chi fa Sartoria sa da sempre, il valore e le differenze di un abito su misura di Sartoria si esprimono specialmente con la sua rispondenza all'intera combinazione di misure personali. Questo perché va in evidenza la precisione e adeguatezza del lavoro, che solo quando è su misura può seguire con fedeltà l'intera conformazione fisica di una singola persona.

 

Pertanto in sartoria per ottenere un buon risultato non è necessario creare sempre forme molto complesse, ma anzi è spesso la pulizia delle linee in un abito da sposa che mette in risalto la finezza del lavoro, creato ad arte appositamente sulle proprie forme. La rispondenza alle misure personali infatti, diventa più evidente nei modelli puliti e lineari, dove si osservano bene le forme del capo e la posizione dei cuciti è in piena vista.

 

Questo si riflette molto in positivo anche sul costo dell'abito, che può così essere contenuto. Infatti anche con forme classiche di base, se eseguite con precisione e tessuti di alta qualità, si ottengono risultati notevoli.

 

In Sartoria dunque il meglio negli abiti da sposa si ottiene proprio con lavori dalle linee non troppo elaborate, pulite e ben definite, in cui i capi su misura sanno distinguersi in modo assai visibile dai prodotti pronti.